Complesso scolastico - Crevalcore, Bologna

Moderno, eco-compatibile, ad alto comfort, il nuovo complesso anti-sismico nasce in sostituzione delle vecchie scuole elementare e materna, inagibili perché danneggiate dal terremoto. Lo spazio esterno adibito ad area gioco dei bambini è stato reso sicuro e di pregio con una recinzione di design integrata con illuminazione.
Nel 2012, il forte “terremoto dell’Emilia” aveva colpito la zona di Crevalcore in provincia di Bologna, danneggiando pericolosamente due edifici situati nella frazione di Palata Pepoli e adibiti l’uno a scuola dell’infanzia e l’altro a scuola elementare. Poiché i danni strutturali agli edifici scolastici sono stati così rilevanti da compromettere la possibilità di un ripristino necessario a rendere gli stessi conformi alle normative vigenti in tema di sicurezza, si è optato per la costruzione di un nuovo complesso. 
In sostituzione dei due vecchi edifici resi inagibili, è stato realizzato un nuovo complesso scolastico anti-sismico, che unisce sotto lo stesso tetto la Scuola materna Paltrinieri e la scuola elementare Pizzoli. Esteso su un’area di 1.500 metri quadrati, il complesso è costituito da 2 immobili con struttura metallica di forma rettangolare,sviluppati su un unico piano, con una zona centrale di ingresso e di raccordo in cui sono presenti una scala ed una piattaforma elevatrice che consente l’accesso alla copertura praticabile, pensata per attività didattiche. 
La particolarità del complesso è proprio data dall’opportunità offerta ai bambini di vivere un ulteriore spazio “en plein air” protetto e sicuro realizzato sulla copertura piana: della scuola materna, dove viene situata un'area didattica “verde”, per un primo approccio al giardinaggio e alla botanica; della scuola elementare dove è stato costruito un percorso didattico tematico sulle tecnologie eco-sostenibili. 

Caratterizzati da un’architettura moderna che unisce perfettamente design e funzionalità, gli edifici si connotano per un involucro esterno altamente performante per quel che riguarda l‘isolamento termico e presentano grandi vetrate che consentono una buona illuminazione naturale; i due edifici sono stati costruiti con un’attenzione particolare all’efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale, garantendo un elevato comfort interno (termico ed igrometrico) ed un’elevata qualità dell’aria. 
L’utilizzo di tecnologie bioclimatiche passive e attive ha consentito di ottemperare a questi requisiti.I materiali utilizzati sono stati scelti per ridurre al minimo la necessità di manutenzione anche sul lungo periodo. Gli esterni comprendono vaste aree verdi interrotte solo da un parcheggio riservato al personale e attraversate da un viale di ingresso pavimentato.L’impresa che si è aggiudicata l’appalto aveva espresso la necessità che gli esterni fossero delimitati da una recinzione perimetrale rigida e robusta, in grado di impedire la fuoriuscita incontrollata dei minori ed accessi indesiderati. Considerato il pregio estetico dell’immobile, è stata espressa l’esigenza di una soluzione di stile capace di valorizzare e decorare lo spazio. 
 Per la delimitazione dello spazio esterno è stata scelta Betafence, azienda specializzata nelle soluzioni di sicurezza per l’edilizia scolastica.Le recinzioni perimetrali delle scuole devono saper rispondere alla necessità di tutelare i bambini impedendo l’ingresso di persone non autorizzate nell’area, ostacolare lo scavalcamento e la fuoriuscita non controllata dei minori ed evitare ferimenti nell’appoggio o scavalcamento di eventuali delimitazioni. Oltre a demarcare i confini garantendo la sicurezza e la protezione dei bambini da e verso l’esterno e tutelarne l'incolumità, le recinzioni Betafence sono dotate di innovativi rivestimenti privi di cadmio e piombo e quindi atossici,anche a contatto diretto con il prodotto. 
Per l’intervento di Crevalcore sono stati scelti pannelli di recinzione Betafence della tipologia Nylofor® installati con la nuova soluzione Betafence, il palo di fissaggio B-LUX, per un totale di 233 ml. Il pannello Nylofor3D è in grado di coniugare la massima protezione ed il più elevato grado di rigidità, doti conferite dalla robusta rete formata da fili d’acciaio elettrosaldati con maglie rettangolari e nervature orizzontali di rinforzo. 
 B-LUX è un esclusivo palo di fissaggio di design rivestito con materiali innovativi, integrato con un corpo illuminante, che consente di realizzare una recinzione originale e distintiva. Prodotto interamente in Italia, è stato sviluppato dallo studio Rigo di Scorzè (VE), in collaborazione con lo staff ingegneria di Tortoreto (TE). L’accessorio illuminante impreziosisce il palo e dà luce alla recinzione nelle ore notturne, migliorando oltre all’estetica, il livello di sicurezza. Questa importante caratteristica ha costituito un importante fattore per la scelta della soluzione di recinzione Betafence, insieme alla durabilità del sistema. Facili e veloci da installare, i pannelli e relativi pali danno origine infatti a sistema di sicurezza, robusto, esteticamente gradevole e di lunga durata, grazie alla tecnologia d’avanguardia dei rivestimenti protettivi che prevede zincatura e rivestimento in poliestere.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy