Sbloccati 1,55 miliardi di Mutui Bei per l'edilizia scolastica

Il ministero dell'Istruzione ha finalmente pubblicato il decreto che autorizza le regioni ad accedere ai mutui Bei per la realizzazione di quasi 900 interventi di edilizia scolastica, già selezionati da tempo dalle regioni e approvati dallo stesso ministero.
Grazie al mutuo statale sarà possibile attingere a un monte risorse di 1,55 miliardi di euro, valore "attualizzato" del monte risorse totale di 1,7 miliardi di euro. 
Le risorse, come emerge dalla tabella con il piano delle erogazioni a cura della direzione dell'edilizia scolastica del ministero, consentirà già da quest'anno di attivare quasi 248 milioni di risorse, per poi proseguire con quasi 472 milioni nel 2020, quasi 398 nel 2021, quasi 280 milioni nel 2022 per finire con oltre 152 milioni di euro nel 2023. 
"Entro 30 giorni dalla stipula del contratto di mutuo - si legge nel decreto - l'Istituto finanziatore deve notificare al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca e al Ministero dell'economia e delle finanze copia conforme dei contratti di mutuo perfezionati". Tra i documenti pubblicati dal Miur c'è la lunga lista degli interventi, regione per regione, per l'ammontare spettante a ciascuna regione a valere sulla somma di 1,55 miliardi. 
Al primo posto c'è la Lombardia, con quasi 205 milioni di euro, seguita dalla Campania con 156,4 milioni di euro,mentre al terzo posto si trova la Sicilia con 143 milioni di euro. L'ultimo posto della classifica è occupato dalla Valle d'Aosta con 8,3 milioni.
© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy